sábado, 29 de septiembre de 2012

La Mia Testimonianza il Mio Bambino. Di Dolores Corona

Quando si aspetta un figlio e sempre una bellissima esperienza. E non vedi l'ora. Finalmente il giorno e arrivato eri e sei bellissimo, gia da piccolo eri ostinato prepotente e ti faccevi rispettare. Avevo capito che non sarebbe stato facile, poi un bel giorno, entro alla scuola materna tutti lo volevano bene tutti chiedevano di Miki quando ti ammalavi chiamavano per sapere cosa fosse successo perche gli mancavi, le tue risate, le tue biricchinate, la tua simpatia!! E si eri e sei eccezionale. Ti inventavi di tutto pur di fare il pagliaccio e questo non ha fatto altro che portarti tanti amici. Quando finalmente la materna fu terminata te avevi tanti sogni, tante speranze, ed io con te. Mi disse: mamma ora sono grande, saro tanto bravo a scuola vedrai. Ti portero tanti bei voti. Ti voglio bene mamma! Ma non fu cosi. Iniziarono i primi problemi le lettere!  La lettura e poi i calcoli! La maestra era furente. Suo figlio! Maleducato! Immaturo! Non fa altro che disturbare la classe! Disordinato! Risponde! E isolente! io lo sbatto fuori dalla classe se risuccede! io mi domandai: ma a solo 6 anni. mha! E cosi fu! Pultroppo per non aver portato un compito dimenticandolo di scrivere fu punito messo sulla cattedra! Da solo diffronte ai compagni. La pultroppo x la paura e la vergogna fece la pipi nella cattedra della maestra! Apriti cielo fu mandato fuori solo dopo che aveva pulito tutta la pipi dalla sedia e la rimase a piangere senza poter fare nulla! Fui chiamata solo piu tardi dalla bidella. Grazie a una segnalazione di una mamma che andava la per caso. E non mi disse nulla solo " portami via mamma non lasciarmi qua! io sono cretino non capisco. La situazione non fu facile stima zero! Piangeva in continuazione! Scalciava e diventava ogni giorno piu aggressivo! I insegnante pultroppo non fu di aiuto anzi peggioro tantissimo la situazione e le fece di tutto! Asino ti metto le orecchie in testa, buono a nulla, sfaticato, tanto ti boccio! E tutti i bambini fuori", michele viene bocciato, michele viene bocciato," con l imbarazzo dei genitori! E michele che non voleva piu andare a scuola! Emarginazione fu la conseguenza di tutto. Un giorno preoccupata passai dalla scuola era ricreazione, tutti giocavano Miki non c era inizio. A fare domande ma dove? entrai panico. La maestra e lei qua! Si dove e mio figlio! Era sotto un albero da solo con le lacrime agli occhi! Mamma portami via e cosi fu, stava iniziando la mia battaglia che ora communque continua. Cambiato di scuola ando molto meglio. Con l aiuto di 2 splendide insegnanti! Ma ormai il danno fu fatto! Povero figlio mio quante lacrime ha versato per il male fatto da 1 persona incompetente e io non potevo fare nulla. Abbiamo fatto tanta strada e ora combatto per lui guai a chi me lo tocca non permettero piu a nessuno di farle del male gratuito tutto perche. E dislessico. Ti amo sei la mia stella piu bella e preziosa io per te ci saro sempre amore mio! Forza piccola stella. Ogni giorno diventi sempre piu luminoso e questo sara per sempre! La tua mamma Dolores!


Ilustración ©MarcoASantanaS

Si eres disléxico, Padre, Madre o pariente de disléxico y deseas compartir tu experiencia, no dudes en enviármela al siguiente correo: blogunhombreenunabotella@gmail.com Poniendo en asunto la palabra “Testimonio” y yo la publicaré en mi blog para que no caiga en el olvido.

Del mismo modo, si eres un profesional en dicho campo, no te cortes en enviarme, tus opiniones u observaciones sobre los casos publicados al mismo correo: blogunhombreenunabotella@gmail.com Poniendo en asunto la frase “La Voz Del Profesional” e igualmente serán publicadas en mi blog.

La invitación está hecha. Ahora depende de vosotros hacer que la iniciativa salga adelante. No olvidéis que somos más de los que creemos. Ayudándonos a nosotros mismos, ayudamos a los demás. Entre más se hable de la dislexia, más resonancia tendrá en los medios. Uniendo nuestros testimonios, quizá, creemos un solo testimonio. Un testimonio con la relevancia suficiente para ser oídos por aquellos que, sencillamente, no saben viajar en botella.

No hay comentarios:

Publicar un comentario